8 Art Project
Eight Art Project
 
Beyond the Beauty: Irving Penn allo Smithsonian.

Il lavoro e l’eredità stilistica di Irving Penn (1917-2009) vengono comunemente associati alle mitiche immagini che hanno fatto la storia della fotografia di moda, nonché alla decennale collaborazione con prestigiose riviste come Vogue e Harper’s Bazaar. Ma basta osservare anche solo alcuni degli scatti rubati alla strada o i ritratti meticolosamente realizzati nel suo studio di New York, per comprendere la visione più ampiamente artistica che caratterizza il lavoro del celebre fotografo americano. La mostra, in corso allo Smithsonian American Art Museum di Washington DC (fino al 20 marzo 2016), svela al pubblico centinaia delle sue fotografie più famose — unitamente alla recente acquisizione di un nucleo inedito di opere proveniente dalla Irving Penn Foundation —  e costituisce l’occasione per riconsiderare la carriera di Penn, come recita il titolo, “al di là della bellezza”.

LE AMICIZIE ILLUSTRI E LE INFLUENZE ESTETICHE
La guest curator Merry Foresta, sulla scorta della decennale esperienza nello staff curatoriale del museo di Washington, tesse le fila di un racconto intrigante e straordinariamente ampio della carriera di Penn. Attraverso ritratti intimi e intensi, ripercorre l’amicizia con Salvador Dalí, Joan Mirò e Le Corbusier, tra gli altri, permettendo al pubblico di apprezzare le evoluzioni dello stile insieme ai debiti estetici più evidenti. La celebre galleria dei ritratti scattati nel 1948, infatti, dimostra come il fotografo americano abbia saputo raccogliere a piene mani da quella cultura europea, stemperandone le eccentricità in un sistema rigoroso, che troverà la sua cifra definitiva nell’allure magnetica delle fotografie di moda.

LA PASSIONE PER LA PITTURA
Nonostante la formazione artistica di matrice razionalista appresa alla School of Industrial Art di Philadelphia, nelle fotografie più note sarà sempre evidente una fascinazione per la pittura percepibile non solo nella maniacalità dei dettagli, ma anche in una costruzione spaziale delle immagini che denuncia lo studio — confermato dall’autore a più riprese — dei grandi artisti del passato italiano, da Paolo Uccello a Giorgio De Chirico. Ma c’è di più, perché a questi lontani raccordi, Penn non dimentica di abbinare un raffinato stile grafico teso a valorizzare al massimo le componenti formali della fotografia. Basti osservare la campagna pubblicitaria realizzata per Dior negli anni ’50 o le ipnotiche nature morte più recenti per capire che i suoi soggetti costituiscono un eccellente pretesto per ritrarre linee, silhouette e figure geometriche totalmente astratte. In breve, per fare un uso artistico della fotografia.

LA MODA, AL DI LÀ DELLA BELLEZZA
L’incontro con la moda, avvenuto grazie alla chiamata dell’amico Alexander Liberman a collaborare con la direzione artistica di Vogue, sarà in tal senso un’ulteriore occasione di sperimentazione. Inquadrature audaci e capacità di disegnare attraverso la luce, oltre all’esaltazione di dettagli e texture, sono soltanto alcune delle abilità che renderanno inconfondibili le fotografie di Irving Penn; la vera rivoluzione sarà trattare allo stesso modo tutti i soggetti, costringendoli a rientrare in un preciso sistema fotografico, indifferente al dato psicologico e interessato, piuttosto, a valorizzare la bellezza insita nel rigore evocativo dell’astrazione. Perché ogni corpo, ogni tessuto, ogni abito inquadrato da Penn sembra destinato ad acquisire un carattere sospeso, un’eleganza semplicemente senza tempo.

Elena Tettamanti

***

Washington// fino al 20 marzo 2016
Irving Penn: Beyond Beauty
Curata da: Merry Foresta
Smithsonian American Art Museum
MRC 970 Box 37012
Washington, DC 20013-7012
http://americanart.si.edu

Photo credits:

1. Irving Penn, Issey Miyake Fashion: White and Black, New York, 1990, printed 1992
Smithsonian American Art Museum, Gift of The Irving Penn Foundation
Copyright © The Irving Penn Foundation

2. Irving Penn, Frozen Food, New York, 1977, printed 1984
Smithsonian American Art Museum, Gift of The Irving Penn Foundation
Copyright © The Irving Penn Foundation

3. Irving Penn, Irving Penn: In a Cracked Mirror (A), New York 1986, printed 1990
Smithsonian American Art Museum, Gift of The Irving Penn Foundation
Copyright © The Irving Penn Foundation

4. Irving Penn, Salvador Dalí, New York, 1947    
Smithsonian American Art Museum, Gift of The Irving Penn Foundation
Copyright © The Irving Penn Foundation

Febbraio 2016
Elena Tettamanti

www.americanart.si.edu

 
Questo sito utilizza cookie tecnici per le proprie funzionalità. Facendo clic su accetto, acconsenti all’uso dei cookie.  Accetto